martedì 22 febbraio 2011

Il radicchio Veneto

Radicchio e benessere
Ortaggi e frutta sono fondamentali per la nostra salute.
I Radicchi in particolare hanno un elevato potere antiossidante: le antocianine, che sono associate ad una ridotta incidenza dei tumori.
Il Radicchio contiene anche buone quantità di beta-carotene, precursore della vitamina A che interviene nella crescita, nella riproduzione, nel mantenimento dei tessuti, nella funzione immunitaria e nel meccanismo della visione.
Il Radicchio è inoltre una buona fonte di potassio, il cui consumo è protettivo della salute e del tessuto osseo ed è associato ad un rischio minore di patologie cardiovasacolari e ipertensioni.
Fonte GUIDA AI CINQUE COLORI DEL BENESSERE




RADICCHIO LUNGO TARDIVO
A novembre, dopo che la campagna ha "subito" almeno due brinate, è tempo di raccogliere il Radicchio Lungo Tardivo. Inizia la misteriosa fase di imbianchimento. Sarà l'acqua cristallina di risorgiva (10-12 °C) a risvegliarlo. Tipico e inimitabile, nasce il fiore che si mangia.

alla griglia
Lavate e curate il radicchio eliminando quasi tutta la radice tranne un centimetro per evitare che il cespo si sfogli e tagliatelo longitudinalmente in due metà. Conditelo con pochissimo olio extra vergine. Mettete sul fuoco una griglia e scaldatela bene. Ponetevi sopra il radicchio e grigliate 3-4 minuti per parte. Servite come contorno oppure con polenta tostata sulla stessa griglia.


RADICCHIO TONDO
Si può trovare in ogni momento dell'anno.
Radicchio con foglie rotondeggianti strettamente sovrapposte tra loro che formano un grumolo di forma sferica; di colore rosso più o meno intenso con nervature centrali bianche.

all'olio, e aceto
Come tutti i Radicchi, anche il tondo è ottimo condito con dell'olio extra vergine di oliva. L'aggiunta di qualche goccia di buon aceto, in cui si sarà fatto sciogliere un pizzico di sale, tonifica il sapore naturale del Radicchio, che può essere rinvigorito con poco pepe macinato al momento.


RADICCHIO LUNGO PRECOCE
Prodotto nel periodo fine estate-autunno. Il cespo è voluminoso, allungato, ben chiuso. Le foglie sono caratterizzate da una nervatura principale molto accentuata di colore bianco che si dirama in molte piccole penninervie nel rosso intenso.

un classico
Risotto con Radicchio. In una casseruola fare rosolare con l'olio la cipolla finemente tritata, quindi aggiungere il Radicchio Lungo Precoce lavato e tagliato a striscioline. Dopo un paio di minuti mettere il riso, versare il vino bianco, farlo evaporare, portarlo a cottura mescolando e aggiungendo di tanto in tanto il brodo. Mantecare con burro e parmigiano, servire caldo all'onda.


RADICCHIO SEMILUNGO

Cespo compatto, di forma leggermente ellittica, con nervature della lamina fogliare ben evidenti ed aperte. Colore rosso brillante senza variegature; nervatura principale completamente bianca.

alla casereccia
Radicchio e fagioli. Mettere i fagioli in pentola con acqua fredda e sale grosso e farli cuocere per 2 ore. Togliere una parte di fagioli (che si uniranno alla crema al momento di servire) e passare il tutto al setaccio, per ottenere una crema densa. Mondare il radicchio, lavarlo e tagliarlo a listarelle adagiatelo sul fondo di ciascun piatto. Coprire il radicchio con la crema di fagioli calda e concludere con i fagioli interi. Servire aggiungendo, a piacere, un filo di olio extravergine di oliva crudo e del grana grattugiato.


RADICCHIO VARIEGATO

È l'unico tra i radicchi veneti a essere commercializzato a "cespo aperto": più la caratteristica "rosa" è "fiorita" e mostra delicati colori e intense variegature, più il prodotto è pregiato. Cespo bello di forma e splendido di colori.

un primo
Pappardelle padellate con Radicchio e speck. Fondere il burro in una padella, aggiungere lo speck tagliato a julienne e farlo rosolare. Bagnare col brandy, fare evaporare aggiungere metà del Radicchio. Cucinare la pasta in abbondante acqua bollente e inolata, quindi scolarla e saltarla in padella con la salsa di speck e Radicchio. Distribuire equamente nei piatti la restante julienne cruda di Radicchio e versare sopra la pasta saltata.



Nessun commento:

Posta un commento