venerdì 22 aprile 2011

Involtini primavera di agnello

tortino di alici e indivia

per 4 persone


2 sfoglie di riso
320 g di polpa di agnello
40 g di piselli, già sgranati 2 cipollotti
2 peperoncini verdi
1 cucchiaio di salsa di soia
olio di oliva
olio per friggere
sale
pomodorini per guarnire brodo (facoltativo)


Fate cuocere i piselli in acqua bollente per circa lo minuti, sino a quando saranno teneri, salandoli a fine cottura. Nel frattempo mondate i cipollotti delle radici, delle parti più verdi e della guaina esterna, quindi tritateli; mondate i peperoncino e affettatelo; scaldate i cucchiaio di olio di oliva in una casseruola, unitevi i cipollotti e il peperoncino; fateli appassire a fiamma bassa per circa 5 minuti, poi aggiungete la carne di agnello, mescolate, bagnate con la salsa di soia e fate cuocere per circa 1 ora, o sino a quando la carne risulterà ben cotta, bagnandola se necessario con poca acqua o brodo, e regolandola di sale a fine cottura; unite i piselli, mescolate e spegnete la fiamma.

Tagliate le sfoglie di riso a quadrati di 12 cm di lato e ammorbiditeli velocemente in una bacinella di acqua, poi stendeteli sul piano di lavoro e disponete l'agnello nel centro di ciascuno; se la pasta si asciugasse, pennellatene gli orli con acqua tiepida.
Ripiegate un angolo del quadrato all'interno, verso il centro, poi ripiegate nello stesso modo gli angoli laterali così da ottenere una sorta di busta che racchiude la farcitura di agnello. Arrotolate l'involtino verso la punta ancora stesa e saldate la pasta.
Friggete gli involtini in una padella con abbondante olio caldo, ma non fumante, poi sgocciolateli con l'apposita paletta e trasferiteli su un foglio di carta per fritti prima di disporli nei piatti singoli.
Mondate alcuni pomodorini e il peperoncino rimasto; tagliate a metà i primi, affettate il secondo e utilizzateli per guarnire gli involtini prima di servirli in tavola.

Nessun commento:

Posta un commento