venerdì 11 novembre 2011

Astice con acetosa e salsa all'arancia

Astice con acetosa e salsa all'arancia



per 4 persone

4 code di astice piccole già cotte
50 g di acetosa
3 arance
olio extravergine di oliva
sale





Con le forbici tagliate il carapace degli astici nella parte ventrale e liberate le code, quindi privatele del filo intestinale che le percorre in lunghezza.
Lavate con cura l'acetosa, asciugatela e raccoglietela in una terrina; se non riuscite a reperirla acquistate mezzo mazzetto di agretto (barba di frate), dotato anch'esso di una piacevole nota acidula; eliminate le radici, sciacquatelo più volte sino a quando l'acqua risulterà completamente trasparente, quindi cuocetelo in acqua bollente salata per circa 5 minuti, infine scolatelo, raffreddatelo in acqua fredda, sgocciolatelo e asciugatelo.
Spremete metà arancia, filtrate il succo ottenuto, raccoglietelo in una ciotola, stemperatevi il sale e, sbattendo con una forchetta per emulsionarlo, versate a filo 5 cucchiai di olio; aggiungete alcune foglie di acetosa e passate al mixer. Condite l'acetosa rimasta con i cucchiaio della salsa ottenuta. Tagliate le restanti arance a spicchi.
Riducete la coda degli astici a grossi pezzi; distribuite l'acetosa nei piatti singoli e disponetevi sopra gli astici, guarnite con spicchi di arancia, versate sui crostacei un filo di salsa e servite la rimanente a parte.

Nessun commento:

Posta un commento