martedì 24 gennaio 2012

The Savoy Grill - Londra

Il lusso del Savoy lo ritrovi tutto nel Savoy Grill...purtroppo...perchè risulta un po' troppo polveroso...e l'illuminazione è davvero un po' triste.
Comunque, l'accoglienza e il servizio sono degni di un ristorante stellato. Fantastico l'immancabile menù bambini con annesso album da colorare...evviva Gordon! Abbiamo scelto il meù proposto dallo chef perchè ordinare alla carta era davvero troppo costoso. La scelta sarà stata ristretta ma ne è comunque valsa la pena! I piatti erano perfetti e gustosissimi.
Siamo usciti dal ristorante veramente soddisfatti. Un pranzo memorabile!!!

Iberica Canary Wharf - Londra

Abbiamo ordinato un bel po' di tapas per assaporare un po' di Spagna. Le porzioni sono proprio da stuzzichino ed è tutto veramente buono. Consiglio, da italiana, di tralasciare il tagliere con i prosciutti tipici spagnoli: il prezzo esorbitante non giustifica la qualità, nettamente inferiore ai prosciutti italiani. Ci siamo concentrati sulle tapas di carne e devo dire che erano una meglio dell'altra. Per un conto di circa £100 siamo usciti dal locale veramente sazi. Il servizio è un po' scarso, ma l'ambiente e il cibo valgono davvero.
Ottimo pranzo!

Novikov - Italian Restaurant - Londra

Ristorante Italiano al 100%.
Personale completamente italiano e molto gentile.
Ambiente elegante e informale.
Menù italianissimo, preparato e presentato veramente bene con ingredienti che arrivano direttamente dall'Italia, come la burrata.
Trovi i piatti-icone di tutte le regioni.
Le porzioni, ahimè, un po' troppo abbondanti.
Il conto...salatissimo!!!
Se sei a Londra da tanto tempo e hai nostalgia dell'Italia va benissimo.
Altrimenti, ti conviene aspettare di tornare a casa.

lunedì 23 gennaio 2012

Bread Street kitchen - Londra



L'ultimo nato della famiglia di ristoranti di Gordon Ramsey, nel cuore della city a Londra.
Siamo stati a pranzo durante le vacanze di Natale ma, nonostante questo, era molto animato senza essere affollato.
Il locale è davvero enorme ma ben arredato, ovvio. Come al solito, subito kid's menu e album da colorare per i bambini.
L'atmosfera è davvero informale. I piatti non sono mai scontati senza essere troppo elaborati. Ottimo il maiale con cotenna croccante: una vera delizia.
Il servizio come sempre impeccabile.

Maze Gordon Ramsey - Londra



Ingresso-reception dove lasci le giacche e comunichi la tua prenotazione. L'atmosfera è moderna e molto chic. Ottima la musica. Il menù non è molto chiaro: due pagine centrali riportano, senza distinzione, a sinistra gli antipasti e a destra i pasti principali. Abbiamo optato per il menù dello chef composto da 7 portate. La scelta del vino è molto interessante: con un iPad potete scegliere cliccando su aree geografiche, regioni etc...davvero innovativo! Per le nostre bambine era disponibile il kid's menu dal Maze Grill e subito hanno dato loro un album da colorare. Fantastico! In due ore abbiamo gustato una cena da re, con servizio eccellente. Pur essendo porzioni piuttosto piccole però, 7 portate sono davvero troppe. Suggerirei 2 o 3 antipasti, 1 pasto principale e un dolce. Inutile dire che il cibo è davvero sorprendente!!!

venerdì 20 gennaio 2012

Salmone in cartoccio in foglie di porro

Gnocchi di peperone al formaggio di capra




per 4 persone

200 g di filetto di salmone
4 porri
4 fili di erba cipollina
olio extravergine di oliva
sale



Mondate i porri, incideteli nel senso della lunghezza e fateli cuocere al vapore per circa 13-14 minuti o sino a quando saranno cotti.
Disponeteli sul piano di lavoro, sfogliandoli in parte, e salate; tagliate il pesce a grossi bocconi; pulite l'erba cipollina con un panno umido, quindi tagliatela a pezzettini con una forbice.
Avvolgete i pezzi di salmone con i porri, fermandoli con uno stuzzicadenti, e fateli cuocere per meno di i minuto al vapore, poi distribuiteli nei piatti singoli, cospargeteli con l'erba cipollina, completate con i cucchiaio di olio e servite.

mercoledì 18 gennaio 2012

Ostriche e porro al gratin

Gnocchi di peperone al formaggio di capra



per 4 persone

8 ostriche
1 porro
2 fette di pancarré
20 g di burro
sale fino e grosso


Mondate il porro delle radici, della parte più verde e della foglia esterna, poi affettatelo; aprite le ostri­che con un coltellino. Fate cuocere il porro per circa io minuti in 15 g di burro, salando leggermente e bagnando con parte del liquido delle ostriche.
Eliminate la crosta del pancarré e sbriciolate la mollica, quindi fatela dorare nel restante burro.
Scalzate le ostriche con un coltello senza toglierle dal guscio, poi unite il porro, il pangrattato e pas­satele in forno a 220 °C per 5 minuti. Servitele nei piatti singoli sopra un letto di sale grosso per man­tenere i gusci ritti.